Skip to main content

Organizziamo una brand architecture strutturata

brand architecture

Grazie ad un intervento di brand architecture ponderato orientiamo i clienti e il mercato in modo efficace.

Parlare di brand architecture significa entrare e operare a livello strategico nell’organizzazione e nella gestione dei marchi, prodotti e servizi all’interno del portafoglio di un’azienda o di un gruppo.

Qual è il marchio principale e come vi si relazionano gli altri marchi? L’architettura di brand si inserisce con l’intento di creare chiarezza, coerenza e riconoscibilità in un’ampia gamma di offerte.

Un’azienda o un gruppo non può prescindere da una strategia di brand architecture definita e accessibile. Implementarla nel modo corretto garantisce di trasferire questa chiarezza nella gestione e nella presentazione del marchio.
Una tale nitidezza a livello strutturale si traduce in una comunicazione più efficace e coerente con il target, dal momento che le relazioni interne tra i vari marchi, prodotti o servizi sono stabilite in modo preciso.

Quando elaboriamo la brand architecture sappiamo che stiamo lavorando per presentare e preservare l’immagine e l’integrità del marchio principale. I nostri consulenti studiano una strategia che premi il valore e ottimizzi i rischi associati alla reputazione di marchio.

Rafforziamo la brand identity

Con una solida strategia di brand architecture consolidiamo la brand identity.
Espandere o diversificare il portafoglio di prodotti o servizi, adattandosi alle esigenze del mercato o alle opportunità emergenti diviene sinonimo di flessibilità. Con il nostro supporto l’azienda o il gruppo possono orientarsi in modo mirato verso pubblici specifici o segmenti di mercato migliorando al contempo la comprensione e la fedeltà del cliente.

All’interno di EOC, ogni attività è personalizzata sulle esigenze del cliente, e la costruzione di una brand architecture convincente non fa eccezione.
Ad ogni modo, le nostre soluzioni si articolano su questi tre archetipi:

  • Branded House: Quando ci serviamo di questo modello, facciamo riferimento ad un unico marchio principale. Gli altri prodotti o servizi offerti vengono presentati come subordinati: in questo modo usiamo la forza del marchio principale per spingere il resto.
  • House of Brands: In questo caso, valutiamo sia meglio per l’azienda o il gruppo rendere i marchi dei prodotti o dei servizi indipendenti l’uno dall’altro. Quando abbiamo di fronte una realtà che opera in diversi settori o che vuole rivolgersi a pubblici diversi è un approccio che ci consente di evitare la confusione attorno al marchio principale.
  • Hybrids: Forse il nostro preferito, un modello di fatto ibrido che combina elementi dei due precedenti. L’azienda può utilizzare un marchio principale forte ma anche avere marchi indipendenti per alcune offerte specifiche. Con questo modello di brand architecture si coniugano flessibilità e chiarezza.

Costruiamo brand architecture di successo perché partiamo da uno studio approfondito e attento.

Vuoi metterti sotto la lente di EOC per identificare la struttura del tuo successo?